Frequently Asked Questions

  • La rinoplastica

    • In che cosa consiste un intervento di rinoplastica?

      Si tratta della chirurgia cosmetica o ricostruttiva del naso per correggere problemi di tipo genetico, oppure dovuti a traumi, malattie o a problemi di tipo estetico.
      Gli interventi di rinoplastica sono fra i più comuni interventi di chirurgia estetica.
      Essendo così comuni si potrebbe pensare che la loro tecnica sia così perfezionata da permettere risultati sempre perfetti.
      Purtroppo non è così. Si tratta di uno degli interventi più complessi eseguiti nella zona della testa e del collo.

    • A che età è possibile eseguire una rinoplastica?

      Se la rinoplastica deve essere eseguita per motivi puramente estetici, è meglio aspettare che il viso ed il naso abbiano assunto una forma più o meno definitiva, e quindi non prima dei 15-18 anni.
      L’intervento è da evitarsi nei bambini a meno che non siano gravemente sfigurati.
      Nel naso risiedono importanti centri di crescita del viso e l’intervento chirurgico può essere necessario per tentare di ricreare il loro allineamento.
      La rinoplastica eseguita nei ragazzi e nei giovani adulti può essere importante per aiutare lo sviluppo della loro autostima e per un giusto inserimento sociale. Nelle persone più adulte può servire ad aggiungere freschezza al viso.

    • Perché è importante una visita prima dell’intervento?

      Il chirurgo deve poter analizzare le aspettative dei pazienti e proporre obiettivi realistici, considerando ogni viso nel complesso, la struttura ossea in particolare e valutare quale tipo di naso sia più appropriato per ogni singola persona.

    • Come viene eseguita una rinoplastica?

      Si può eseguire con anestesia locale e sedativi o con anestesia totale.
      L’intervento dura in media un’ora e mezza. L’incisione può essere fatta sotto il naso fra le narici (tecnica aperta) o nelle mucose all’interno delle narici (tecnica chiusa).
      Il chirurgo può spezzare e sistemare l’osso per dare una nuova forma al naso oppure togliere o sistemare la cartilagine.Viene quindi inserita della garza nelle narici e viene messo un gesso.
      Di solito, un’ora o due dopo il risveglio il paziente può andare a casa. E’ opportuno essere accompagnati perché non è possibile guidare. La garza sarà tolta dopo un giorno o due, il gesso dopo una settimana.

    • Com’è il decorso post-operatorio?

      In genere, dopo l’intervento, non ci si sente benissimo. Si riscontrano difficoltà di respirazione perché il naso è tappato dalla garza, male di testa per un giorno o due e nausea, perché, essendo il naso collegato con la gola e quindi con lo stomaco, può essere stato ingerito del sangue. E’ bene contattare il medico se la nausea continua e se la temperatura si alza notevolmente. Dopo l’intervento bisogna dormire con la testa alta per una settimana circa.

    • Dopo quanto tempo viene rimosso il gesso? L'intervento è doloroso?

      Il gesso viene rimosso dopo una settimana dall’ operazione. In genere non si tratta di un intervento particolarmemte doloroso. Bisogna però fare attenzione a non prendere colpi al naso perché l’osso è molto vulnerabile particolarmente nei primi due mesi dopo l’operazione.
      Nel caso di una rinoplastica eseguita per restringere le narici, le suture vengono tolte quando si toglie il gesso. La loro rimozione può risultare un po’ dolorosa perché questa zona del naso è piuttosto sensibile.

    • Quando sono visibili i risultati dell’intervento?

      Per i primi giorni il naso sarà gonfio e saranno visibili ematomi che inizieranno a riassorbirsi dopo una settimana dalla rimozione del gesso per ridursi del 90% circa nel giro di due mesi.
      Il risultato completo sarà visibile dopo circa un anno.
      Siccome il gonfiore nella parte interna del naso persiste per circa tre settimane, in questo periodo ci può essere una certa difficoltà di respirazione, particolarmente se l’intervento è stato fatto per raddrizzare un setto deviato.

    • Ci sono rischi in un intervento di rinoplastica?

      Si tratta di un intervento generalmente sicuro. Come in ogni intervento chirurgico, però, ci possono essere rischi di infezione, di reazione negativa all’anestesia o di sanguinamento eccessivo.
      Ci può essere la perdita dell’olfatto per un certo periodo, le cicatrici all’interno del naso possono dare problemi di respirazione oppure le cicatrici esterne, anche se minime, possono essere visibili per qualche tempo.
      Si può anche verificare il caso che il paziente non sia soddisfatto del risultato. La rinoplastica ha la percentuale di revisione più elevata di tutti gli interventi di chirurgia estetica.

    • Quali medicinali si possono prendere per ridurre gonfiore ed edemi?

      Chiedere sempre il parere del medico prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco.

    • E’ sempre necessaria l’ingessatura dopo un intervento di rinoplastica?

      L’ingessatura è necessaria per mantenere un allineamento corretto della struttura ossea riparata e per ridurre gonfiore e sanguinamento. Tuttavia, per la maggior parte dei pazienti si tratta di un problema più psicologico che fisico.

    • Per quanto tempo può continuare il gocciolamento del naso dopo l’intervento?

      Molti pazienti lamentano il gocciolamento del naso per parecchi mesi dopo l’intervento. In genere l’eccesso di produzione di muco smette dopo circa nove mesi, ma ci sono casi in cui continua anche per periodi più lunghi.

    • Quando è indicata la rinoplastica?

      E’ indicata quando ci siano difetti estetici del naso sia per forma che per dimensione e quando sia opportuno adattarlo in modo più armonioso alla forma del viso.

    • Quando si può considerare ben riuscito un intervento di rinoplastica?

      Per questo intervento sono fondamentali l’esperienza, l’abilità e il buon senso estetico del chirurgo, che deve pianificare il possibile risultato con il paziente, mantenendo inalterate le caratteristiche del viso senza stravolgerne l’aspetto.

    • Quale tipo di anestesia viene impiegato per la rinoplastica?

      L’anestesia può essere sia anestesia locale con sedazione che anestesia generale, in regime di day-hospital.

    • Che cos’è la “settoplastica”?

      E’ l’intervento chirurgico che serve per rimodellare il setto nasale deviato e quindi anche la forma del naso. Serve anche per correggere i disturbi di respirazione.

    • Dopo quanto tempo si potranno apprezzare i risultati dell’intervento?

      I risultati saranno apprezzabili dopo pochi giorni dall’intervento e saranno definitivi.

    • Dopo quanto tempo dall’intervento si potrà tornare alle attività sportive abituali?

      E’ consigliabile non esporsi a rischi di traumi con attività sportive tipo calcio, pallacanestro, pallavolo e simili.

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram