News

  • LA BELLEZZA? APPESA A UN FILO……

    da “Il Resto del Carlino” del 26.02.2015

    di Gloria Ciabattoni

    La bellezza del terzo millenio è…..appesa a un filo.

    C’è una nuova tecnica infatti che sta conquistando donne di tutto il mondo, desiderose di avere un  viso più tonico e fresco senza ricorrere al lifting chirurgico. E senza spendere una follia. Sono i fili rivitalizzanti in PDO, l’ultima frontiera della medicina estetica, capaci di assicurare un risultato visibile in tempi brevissimi, “su misura” per ogni paziente, e senza controindicazioni. “Indolore, questa procedura genera un ringiovanimento della pelle e dei tessuti: l’effetto è quello di soft lifting – spiega il dottor Maurizio Vignoli (www.mauriziovignoli.it) specialista in chirurgia plastica ed esperto del settore – . Si tratta di un intervento di medicina estetica, perciò è una tecnica che non prevede bisturi, anestesia, degenze, ma solo l’uso di un ago sottile”. Una punturina (e al massimo un pò di ghiaccio sulla parte trattata) è il piccolissimo scotto da pagare per un viso più giovane.

    DI COSA SI TRATTA

    I fili biostimolanti in PDO, in  polidiossanone riassorbibile, sono un nuovissimo trattamento per viso e corpo che si esegue in ambulatorio. Danno sostegno alla struttura del viso, creando un reticolato il volto appare più tonico e i piccoli cedimenti scompaiono. E, biostimolando intensamente i tessuti, i fili favoriscono la produzione del collagene.

    COME FUNZIONA

    I fili hanno uno spessore da 0,05mm a 0,19mm e una lunghezza dai 3 ai 16 cm. Sono collocati dentro un ago che viene inserito sottopelle e, quando è penetrato completamente, viene sfilato: così il filo resta impiantato nel tessuto. Il trattamento è del tutto indolore, senza anestesia e non lascia nè gonfiori nè arrossamenti.

    LA DURATA

    Dopo due giorni il volto appare più tonico, compatto, riposato. Dopo due/tre settimane l’intensa stimolazione della produzione di collagene aiuta a formare una struttura di sostegno. Dopo sei/otto mesi i fili si riassorbono ma la biostimolazione e l’effetto lifting durano: il supporto meccanico prodotto dai fili avrà generato una stimolazione endogena i cui benefici restano molto a lungo.

    QUANTO COSTA IL TRATTAMENTO

    Una decina di fili nel viso portano già a un risultato visibile, ma se il volto e il collo lo richiedono se ne possono apllicare fino a cinquanta. Ogni filo costa sui 20 euro quindi già con 200 euro si ottiene un bel ringiovanimento. Non essendo una procedura invasiva, la si può ripetere anche dopo poco tempo, aggiungendo fili ad un impianto fatto in precedenza. I fili si inseriscono in tutte le zone del viso che “cedono”: guance, sottomento, collo, contorno occhi, fronte. E non solo: si possono impiegare anche per interno braccia e cosce, pancia, glutei. Bisogna però considerare che per queste zone ne occorono molti quindi anche la spesa aumenta in proporzione.

    PER CHI

    Dai 40 anni in poi, quando si vedono i “cedimenti” del volto, i fili aiutano. Poichè si tratta di un intervento poco invasivo, si può ripetere anche a distanza ravvicinata. Deve evitarli chi soffre di acne acuta e di problemi dermatologici, di infezioni sistemiche, e chi ha importanti patologie tumorali o epatiche in corso.

    ALTERNATIVA

    Se i cedimenti del volto sono importanti si può intervenire con i fili di “trazione”, in acidopolilattico, anch’essi riassorbibili, sono dotati di piccoli coni che ancorano i tessuti. Se ne inseriscono due o tre ai lati del volto per ridisegnare l’ovale. Il trattamento necessita di anestesia locale. I costi? Tra i 100 e i 300 euro a filo.

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram