FILLER E BOTULINO

  • Botulino al maschile

    da “Il Resto del Carlino” del 29.05.2014

    di Gloria Ciabattoni

    Vi ricordate i botox party, le riunioni di gruppo (nate negli Usa ed arrivate poi in Italia) frequentate in particolare dalle giovanissime per farsi iniettare la tossina botulinica in compagnia?
    Una moda fortunatamente in diminuzione (i chirurghi hanno avvisato più volte dei pericoli degli
    interventi mordi e fuggi), ma che se perdurasse potrebbe portare ad un curioso fenomeno:
    l’incontro tra padre e figlia di fronte alla fiala di tossina botulinica.
    Perché è proprio a questo “veleno della bellezza”che gli uomini si stanno affidando sempre più
    per avere un viso giovane e fresco.
    “In realtà la maggior parte dei pazienti di sesso maschile fino a poco tempo fa arrivava stimolato
    dalla compagna, scettico. Ora gli uomini decidono autonomamente” precisa il dottor Maurizio Vignoli
    chirurgo plastico a Bologna, Milano e Rimini, uno dei primissimi in Italia a credere nelle potenzialità del botulino.

    INVECCHIARE? NO GRAZIE
    Si tratta di attori, modelli, personaggi pubblici, signori in là con gli “anta” con la fidanzata giovane?
    “macchè – afferma Vignoli – ci sono anche questi ma per lo più persone normalissime che curano il proprio aspetto e non vogliono interventi definitivi né invasivi. In buona parte si tratta della generazione nata nel dopoguerra che ha con l’invecchiamento un approccio diverso dai loro padri”.
    Cosa richiede l’uomo? “Principalmente di spianare le rughe della fronte, e solo in seconda battuta,
    le zampe di gallina attorno agli occhi. Data la conformazione della muscolatura maschile le rughe non si cancellano completamente e si evita quindi un effetto troppo “tirato”. Insomma si ha un risultato molto naturale e molto bello”. Circa le zone del viso che si trattano con la tossina botulinica, il dottore spiega che
    l’autorizzazione del ministero della Sanità riguarda il terzo superiore del viso.

    ANCHE PER LABBRA E COLLO
    Oggi poi si tende a intervenire anche sugli angoli della bocca, sulle rughette del labbro superioree su quelle rughe verticali che appaiono come spesse corde, frequenti negli uomini, anche se questi ultimi trattamenti non sono stati regolamentati.
    E ancora la tossina botulinica dà ottimi risultati nel ridurre notevolmente la sudorazione , ma se nel caso delle ascelle l’intervento non è doloroso, lo è in mani e piedi ed è consigliabile una sedazione.
    In questi casi l’effetto botulino può durare anche due anni (nel viso è di 6/8 mesi) e ha un costo di 500 euro.
    Ecco i costi. Spiega il dottor Vignoli che le case farmaceutiche hanno ridotto i costi della materia prima, e si può andare dai 250 euro per il trattamento di una sola zona, ai 350/400.
    “diffidare dai prezzi troppo bassi – conclude il dottore – che spesso nascondono l’uso di una sostanza di produzione dubbia che può non essere efficace, nella migliore delle ipotesi, o addirittura provocare qualche danno.” Insomma, paziente avvisato……

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram